PuntoGiovane

Commenti ai Vangeli : Luca

Giovanni


Marco


Lc 6. 1-5

sabato, settembre 3rd, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In giornata verrà inserito il commento al Vangelo.

Lc 6. 6-11

lunedì, settembre 10th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In giornata verrà inserito il commento al Vangelo.

Lc 6. 12-19

martedì, settembre 11th, 2012
clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Petra, Danilo, Gennj, Emanuele, Chiara, Ciano, Simona, Claudia, tutti gli uomini e le donne di questo mondo….siamo noi, proprio come Simone, Tommaso, Giacomo e gli altri discepoli, che allo stesso modo veniamo chiamati da Gesù, tutti i giorni della nostra vita, per seguirLo e amarLo!!!!!!!!!!! e allora perchè tanto spesso ( a me capita ogni santissimo giorno!!) ci sembra di sentirci così lontani da colui che ci chiama? Leggi il commento

Lc 6. 12-19

venerdì, ottobre 28th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Questo brano di Vangelo suggerisce molti spunti di riflessione. La frase che ho scelto stamattina alla lectio è stata: ” ne scelse dodici” e mi soffermo un momento su questa.
Gesù sceglie, prende una decisione importante solo dopo aver passato tutta la notte in preghiera, su un monte o comunque in un luogo solitario. Una decisione può essere dettata da tante cose: le emozioni del momento, la fretta, la paura, ma anche l’entusiasmo, però tutte queste spinte emotive sia positive che negative, non sono buone consigliere quando si tratta di prendere una decisione importante.
Qualunque decisione della nostra vita diventa una scelta giusta e serena nel momento in cui viene presa con il cuore nella pace e questa pace si può trovarla solo presso Dio nella preghiera.
Una seconda breve riflessione mi viene dal fatto che oggi si festeggiano i Santi Simone e Giuda.
Giuda di Giacomo nell’ultima cena è quello che chiede a Gesù: “Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi e non al mondo?”  E’ la stessa domanda che ognuno di noi si può porre:
“Perchè Gesù chiami me? Perchè Gesù hai chiamato me, qui adesso a fare questa convivenza?”
Gesù sceglie chi vuole e non sceglie i più bravi.
Gesù sceglie e basta… sta a te rispondere.
Tizi









Lc 6. 20-26

mercoledì, settembre 12th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In giornata verrà inserito il commento al Vangelo.

Lc 6. 36-38

lunedì, marzo 21st, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Riesco a scrivere una riflessione sul questo Vangelo solo oggi…” Siate misericordiosi con gli altri” “Non giudicate e non sarete giudicati”. Le parole di Gesù sono chiare. E’ uno di quei brani che ripetiamo spesso…uno dei più “comuni” che si cita molto spesso durate le conversazioni… Facile citarlo , ma qundo è difficile viverlo? Mi sono chiesta: quanto fatico, io, a viverlo? …fatico molto.. Il giudizio verso gli altri, a volte, fa parte di un modo meccanico di rapportarmi all’altro. Specifico, però, più che un giudizio è un incapacità di fermare prima il pensiero e poi la parola “in più”…quella parola che non serve..che senti che sarebbe meglio non dirla perchè ti “imbruttisci” nel momento stesso in cui la pronunici. Quante volte mi capita… mentre parlo con una mia collega…di un altra collega. Quando parlo di un amica..di un altra amica o amico. Lo sento che sbaglio, ma è più forte di me! E’ lo stesso rapporto che ho con il carboidrato…non riesco a rinunciarci. Quando arrivo a casa la sera e vedo il piatto di pasta, so che è meglio che non la mangio perchè non mi serve, mi appesantisce…e poi so che nell’attimo dopo che ho ingurgitato l’ultima forchettata,  rimango delusa perchè non sono riuscita, per l’ennesiama volta, a rinunciarci per stare meglio. Il giudizio  facile, per me,  è come il carboidrato è una bella “tentazione”.

Come ci vorebbe diversi Gesù…Ma ci vuole diversi nel momento in cui sentiamo nel nostro cuore che essere misericordisi con gli altri ci fa stare bene…nel rinunicire a un giudizio, nel tempo, ci fa essere delle persone migliori con gli altri (sopratutto con i giovani…come educatrice lo sperimento), ma sopratutto con noi stessi. Io mi sento una grande quando riesco a trattenermi. Questo perchè ,nel momento in cui mettiamo “in pratica” quello che il Signore ci dice, ci fa anche assaporare l’effetto “benefico” per la nostra anima…però ci dobbiamo mettere nella condizione di poterlo sperimentare.

TentonS

Lc 6. 36-38

lunedì, marzo 5th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Lc 6. 36-38

lunedì, febbraio 25th, 2013

 

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In giornata verrà inserito il commento al Vangelo.

 

Lc 6. 43-49

sabato, settembre 10th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In giornata verrà inserito il commento al Vangelo.

Luca 6. 36-38

lunedì, marzo 9th, 2009
gesu-big7

Clicca per ascoltare il Vangelo di Gesù o leggere altri commenti

“In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio”.

Leggi il commento