PuntoGiovane

Commenti ai Vangeli : Marco

Giovanni


Marco 8. 34- 9.01

lunedì, febbraio 23rd, 2009
clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Dal Vangelo secondo Marco
In quel tempo, convocata la folla insieme ai suoi discepoli, Gesù disse loro: “Se qualcuno vuol venire dietro di me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.
Che giova infatti all’uomo guadagnare il mondo intero, se poi perde la propria anima? E che cosa potrebbe mai dare un uomo in cambio della propria anima?
Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi”.
E diceva loro: “In verità vi dico: vi sono alcuni qui presenti, che non morranno senza aver visto il regno di Dio venire con potenza”.

Leggi il commento





Mc 8. 11-13

lunedì, febbraio 13th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Spesso chiediamo segni a Gesù,Lui ce ne manda continuamente, ogni giorno, attraverso le persone che incontriamo, le situazioni che viviamo, solo che non li vediamo.
Sono piccoli o grandi segni che accompagnano il nostro cammino,ma perchè non ce ne accorgiamo?
I nostri occhi non vedono ,le nostre orecchie non sentono  e anche il nostro cuore è chiuso …perchè? Cerchiamo di capire cosa sta succedendo.
Credo che il problema sia il nostro rapporto con Dio ,non c’è abbastanza fiducia,non crediamo fino in fondo  di dover offrire tutto a Lui, perchè vogliamo fare da soli, non preghiamo con il cuore, non crediamo veramente che Lui è con noi ogni giorno.
Chiediamo a Gesù di riaprire i nostri occhi, le nostre orecchie, il nostro cuore solo così riusciremo a sentire la sua presenza nella nostra vita!!!
Ge






Mc 8. 14-21

martedì, febbraio 15th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Fate attenzione, dice Gesù ai suoi discepoli, tante volte nel vangelo oggi Gesu esorta i suoi discepoli, gli ricorda di essere più attenti più vigili , di non indurire il cuore,di fare memoria di quello che ha compiuto,quanto è difficile anche per noi compiere questo esercizio, ricordarci come ha agito e come agisce nella nostra vita….ricordarsi dei tanti piccoli prodigi che ci circondano….”quante sporte piene avete portato..via?”..Elena

Mc 8. 22-26

mercoledì, febbraio 16th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Nella nostra vita di tutti i giorni guardiamo con gli occhi del Signore?

No, è più facile guardare con i nostri, ed è facile capire quando pensiamo secondo noi uomini e non secondo Dio: se nei problemi da risolvere cerchiamo il nostro comodo, i nostri interessi, le nostre voglie, allontaniamo il Signore da noi stessi e non il nostro “io”.

p.s Scusate il ritardo ma ho avuto un imprevisto.

Ciao Ciano

Mc 8. 34-9

venerdì, febbraio 18th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

“Se qualcuno vuol venire dietro di me rinneghi se stesso”

Più cresco e più mi rendo conto di quanto sia difficile, per non dire impossibile, RINNEGARE SE STESSI!
Nemmeno per una sciocchezza caratteriale accettiamo di rinnegare la nostra indole per andare in contro all’altro, e riusciamo forse a immaginarci di rinnegare noi stessi per seguire Gesù?

Pensiamoci bene: “Quanto siamo disposti a rinunciare a noi stessi, per il bene comune, per l’altro, per una nobile causa.. o per GESU’!?”
Credo che la risposta sia scontata ma non immediatamente appartenente alla realtà, e di qui il nostro compito a rifletterci per cominciare a pensare!
Alle volte fare spazio all’altro nella nostra vita invece che imporci in prima persona, potrebbe fare molto bene anche alla nostra ANIMA! Soprattutto alla nostra anima!

L’egoismo, l’individualismo, l’egocentrismo, sono peccati velati sotto le vesti di qualità che ognuno di noi crede di avere, e che invece il diavolo riconosce e usa per attaccarci: ci attacca sulle nostre qualità per trasformarle in schiavitù che ci allontanano dall’altro, e ci allontanano da Dio.

Il mio pensiero prettamente autobiografico e di stampo autocritico, per aiutarmi a riflettere, ma aperto anche a voi tutti per non cadere nella stessa trappola! Nelle faccende di ogni giorno, cerchiamo di essere un pò meno noi stessi e un pò più.. attenti all’altro! Affidiamoci all’altro..non crediamo di avere sempre ragione.. FIDIAMOCI E DIAMO RAGIONE all’altro!

Chiarina