PuntoGiovane

Commenti ai Vangeli : Marco

Giovanni


Mc 10. 1-12

venerdì, febbraio 25th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In questo brano mi colpisce la fermezza di Gesù a riguardo della sacralità e l’indissolubilità del matrimonio. Da una separazione, dalle rispettive famiglie d’origine che è anche separazione dal proprio egocentrismo l’uomo e la donna si incontrano,“diventeranno una carne sola” e il sigillo di questa unione è dato proprio da Dio che rende il matrimonio indissolubile. Proprio perché nel cenacolo che si forma da quel “si” davanti a Dio ha origine la vita (il dono più grande che il Signore ha fatto all’uomo e alla donna è infatti proprio quello di renderli generatori di vita), quest’unione santa è indissolubile davanti a Dio che quindi ci richiama con fermezza alla fedeltà e al compimento delle promesse intraprese.

Sara

Mc 10. 17-27

domenica, maggio 31st, 2015

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Fissatolo amò… Fissare , guardare negli occhi, lo sguardo tra due innamorati, è uno sguardo di attesa, di amore… Gesù ama come una persona innamorata , non fa per finta, per avere qualcosa in cambio, ama e basta… A volte è rifiutato , ma ama ancora e ancora di più.. io lo amo così? Gennj

Mc 10. 17-30

domenica, ottobre 14th, 2012

 

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

In quel tempo, mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti: “Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre”» Leggi il commento

Mc 10. 28-31

domenica, maggio 31st, 2015
clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Lasciare tutto non è semplice, mi chiedo spesso come fanno le suore di clausura o chi va in missione a lasciare la casa, gli affetti …poi ho capito che la gioia che ti da il Signore supera ogni cosa…
Nel mio piccolo ho lasciato la casa , la famiglia per stare qui al punto giovane con Gesù e ho veramente ricevuto in cambio cento volte tanto in fratelli e sorelle , padri , madri …..ed è emozionante poter toccar con mano una promessa del Signore ….
Gennj



Mc 10. 32-45

mercoledì, marzo 2nd, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Alcune note…

Gesù fa un discorso serio.. pure troppo! Di come verrà trattato, di quel che subirà.. e con serenità di come è destinato a VINCERE! I due discepoli top, i più vicini al maestro, colgono la palla al balzo e dicono: “Anch’io vincere!!!” A Gesù dovrebbero cascare le braccia. Si dovrebbe arrabbiare! Si dovrebbe almeno deprimere e azzittire… allungare il passo e mettere dei metri tra lui e chi l’ha deluso così amaramente…

E invece NO! Continua a rispondere, a riprendere il suo discorso serio, ci riprova, a dirgli che la strada per la gloria passa per quel calice, per quel battesimo che loro son così lontani dal volere… Impariamo da Gesù l’arte di cogliere ogni occasione, ogni battuta fuori luogo per dare degli strumenti educativi…!

Un’altra provocazione mi viene dalla frase sul “tra voi però non è così”… La storia della Chiesa ci dice che invece tante volte è così… al nostra storia personale ci dice che ci fa fatica prendere il posto di chi serve, di chi sta zitto e lavora…(a me senza dubbio…!) E tanti ancora oggi nella Chiesa guardano con nostalgia al tempo in cui la Chiesa diceva e i potenti facevano! Sappiamo dire che il Vangelo non dice questo, e non ci sforziamo di contrastare chi ci attacca perché è scocciato dall’influenza politica o dal potere che la Chiesa esercita ancora nel nostro mondo…, cogliamo la verità evangelica dei semplici delusi, e cerchiamo il Vangelo! Quello che è in sovrappeso, se lo perdiamo,va a giovamento della nostra salute!

Mc 10. 32-45

mercoledì, maggio 30th, 2012

 

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Il figlio dell’uomo non e’ venuto per essere servito,ma per servire e dare la propria vita in riscatto per altri”. Oggi queste parole del vangelo mi fanno fare proprio fatica, Gesu dice il vero quando usa la parola servire, ma per noi comuni mortali, dare la vita per altri o comunque “servire ” a volte sembra una cosa insormontabile da fare…..Prego di ricevere questa grazia. Elena

 

Mc 10. 46-52

domenica, ottobre 28th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Vangelo di una incredibile profondità e bellezza Spirituale. Gesù sente, chiede, ascolta e poi esaudisce. Il papà che accoglie il figlio ascolta la sua sofferenza ed esaudisce le sue richieste. La cosa più bella che ho visto però è che non siamo noi, non è il cieco a vedere Gesù, ma è Gesù a che fa di tutto per farsi vedere. Sarebbe fin troppo facile “scappare” da chi non può vedere ed invece fa di tutto per farsi trovare.Chi lo cerca, chi ha sete di Lui è il benvenuto fra le sue braccia e il miracolo della guarigione è “il segno” che l’uomo cerca per la sua fede. Roberto

Mc 10.28-31

martedì, marzo 1st, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

“Noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”.

Dopo l’incontro con il giovane ricco, Pietro fa questa affermazione rivolta a Gesù. Cosa vuol dire lasciare tutto e seguire Gesù? Vuol dire fidarsi di quell’ invito che qualcuno ci ha fatto e fare il salto che ti ha cambiato la vita. Non ci si rimette mai, Gesù non ti dà una fregatura, però devi sempre combattere con la tua poca fede che ti fa dubitare. Fai fatica a lasciare tutte le tue false certezze, le tue idee, i tuoi progetti come te li eri immaginati e accettare che le cose prendano un’altra piega, inaspettata, diversa e nuova, non sai dove e come “andrai a finire”, devi solo fidarti e continuare a camminare.  E’ lì il salto. Fa bene anche ricordarsi di quante volte Gesù veramente ti ha fatto sperimentare che lasciare tutto e  seguirlo ti ha fatto trovare nuovi fratelli e sorelle, di sicuro più di quanti te ne potevi immaginare!…insieme alle persecuzioni, perchè seguire Gesù è scomodo, molto scomodo, perchè Gesù vuole la chiarezza. Ma alla fine ci promette la vita eterna “nel mondo che verrà” come traduce la Bibbia TOB.

La vita eterna:  l’obiettivo finale della nostra vita, il punto fermo, la certezza che deve far vedere tutte le difficoltà, le sofferenze e per ultima anche la morte come passaggi transitori, passi da compiere, per arrivare a “vedere” l’amore di Dio.

Tiziana