PuntoGiovane

Commenti ai Vangeli : Matteo

Giovanni


Marco


Matteo 26. 14-25

mercoledì, aprile 8th, 2009
clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

“In quel tempo, uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai sommi sacerdoti e disse: “Quanto mi volete dare perché io ve lo consegni?”. E quelli gli fissarono trenta monete d’argento. Da quel momento cercava l’occasione propizia per consegnarlo. Il primo giorno degli Azzimi, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli dissero: “Dove vuoi che ti prepariamo, per mangiare la Pasqua?”. Ed egli rispose: “Andate in città, da un tale, e ditegli: Il Maestro ti manda a dire: Il mio tempo è vicino; farò la Pasqua da te con i miei discepoli”. I discepoli fecero come aveva loro ordinato Gesù, e prepararono la Pasqua. Venuta la sera, si mise a mensa con i Dodici. Mentre mangiavano disse: “In verità io vi dico, uno di voi mi tradirà”. Ed essi, addolorati profondamente, incominciarono ciascuno a domandargli: “Sono forse io, Signore?”. Ed egli rispose: “Colui che ha intinto con me la mano nel piatto, quello mi tradirà. Il Figlio dell’uomo se ne va, come è scritto di lui, ma guai a colui dal quale il Figlio dell’uomo viene tradito; sarebbe meglio per quell’uomo se non fosse mai nato!”. Giuda, il traditore, disse: “Rabbì, sono forse io?”. Gli rispose: “Tu l’hai detto”. Leggi il commento

Mt 26. 14-25

mercoledì, aprile 20th, 2011

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

«In verità io vi dico, uno di voi mi tradirà».
Ed essi, addolorati profondamente, incominciarono ciascuno a domandargli: «Sono forse io, Signore?».

la paura umana, pienamente umana, di tradire Gesù e il Suo Amore. quante volte anche a me, e sicuramente a tutti, è nata quella paura di sentire di aver fatto qualcosa contro il volere di Dio, di averlo tradito negli insegnamenti che ci regala..solo a Giuda, Gesù risponde “tu l’hai detto”. vuole fargli capire ciò che ha nel cuore, vuole già far capire il disegno di Dio a Giuda, e lasciare che, nonostante sia stato già tutto scritto, l’uomo faccia sempre la sua parte, con le sue scelte è protagonista delle vicende. Anche noi potremmo chiederci a quale prezzo vendiamo Gesù: interrogarci sulla purezza della nostra fede, sulla fedeltà del nostro amore, sulla lealtà della nostra amicizia e fraternità che possiamo anche barattare nelle nostre giornate. quante volte sarà capitato di tradire un amico? un parente? una promessa? tantissime volte….siamo anche noi dei piccoli Giuda, magari nn ce ne accorgiamo, perchè pensiamo sempre che Giuda è stato il più terribile di tutti, xchè ha tradito direttamente Gesù…beh, anche noi, tradendo un’amicizia, un valore, una promessa siamo dei Giuda, inconsapevoli di esserlo…

Pet


Mt 26. 14-25

mercoledì, aprile 4th, 2012

clicca qui per ascoltare il vangelo o leggere altri commenti

Vangelo forte, colorato con tinte decise senza sfumature. Gesù parla diretto senza tanti giri di parol; comprensibile a tutti e tutti che sono con lui capiscono ciò che ha detto.
Il tradimento, forse la cosa più dura da accettare almeno a livello umano, Gesù la ribalta senza battere ciglio, senza rabbia ma con tanta fermezza. Non accusa, non fa nomi ma parla al cuore di ognuno e interroga le anime dei discepoli. Chi sarà a tradirlo? Interroga anche noi oggi. E se fosse tradito anche oggi ai nostri giorni proprio da noi…? Le sue parole corrono lungo i tempi ed è inutile negarlo cambiano la storia. Gesù accetta il tradimento, ma accetta anzi usa il seme del male che è dentro a Giuda per giungere al bene, convertendo addirittura il tradimento.
A queste parole e a questi gesti cosa siamo in gradi di fare noi oggi…?
Roberto.