PuntoGiovane

Convivenze aggregative

La III E al Punto Giovane

martedì, dicembre 13th, 2016

31443454632_410fdaf26e_z

La testimonianza di Giacomo III F del Liceo Artistico Fellini

venerdì, dicembre 9th, 2016

Cara Convi, siamo arrivati al momento di dirci addio. È stata un’esperienza bellissima ed indimenticabile che mi ha fatto scoprire molte persone per come sono fuori da scuola. Un cammino durato purtroppo pochissimo che ci ha resi più uniti di prima. Volevo dirti grazie per i bei momenti passati in giro per la casa, per i pranzi e le cene, per le attività che ogni sera ci proponevano gli educatori. Un grande abbraccio volevo spenderlo proprio a loro che ci hanno fatto ridere e ci hanno tirato su nei momenti di crisi. In particolare a Mone per averci insegnato a copiare con il pacchetto di fazzoletti, a Dano per avermi prestato la chitarra, uno alla Maru per i suoi urli prima di andare a dormire. Uno alla Franci anche se non ci siamo conosciuti molto per una cosa o un’altra. Per non dimenticarsi di don Franco che portandoci Play e la Vr ci ha illuminati di tecnologia. Infine voglio ringraziare la mia classe, per quella che c’era, perché adesso posso veramente considerarla come mia, per le persone che grazie a te ho conosciuto. Purtroppo questa esperienza sta per terminare e sono un po triste; spero sia stata indimenticabile per tutti come per me, ma purtroppo ogni cosa bella deve finire. Posso dire che è stata intensa ma stupenda. Buon ritorno a casa a tutti.

lunedì, novembre 28th, 2016

Post from RICOH THETA. – Spherical Image – RICOH THETA

La III F del Fellini al Punto Giovane

lunedì, novembre 28th, 2016

Senza titolo

Testimonianza di Sania III D Liceo Artistico

domenica, maggio 22nd, 2016

Sono onorata di essere qui oggi per parlarvi degli ultimi cinque giorni che abbiamo trascorso insieme, credo e soprattutto spero, che quello che sto per dirvi sia condiviso da tutti quelli che hanno abitato nella casa qui affianco.
Se volessimo vedere questa esperienza in modo pragmatico, non sarebbe nient’altro che : 5 giorni, 10 ragazzi, 4 educatori e il nostro sacerdote. Ma io non voglio vederla in questo modo, perché non sono stati soltanto cinque giorni, sono stati dei fantastici momenti, non solo 10 ragazzi, ma sono degli avventurosi compagni di viaggio, che sono onorata di conoscere. Non sono soltanto 4 semplici educatori, perché probabilmente sono dei santi per tutta la pazienza che hanno avuto, per tutto l’amore e l’impegno che mettono in ciò in cui credono e in ciò che ritengono importante, e io per questo li ringrazio e li porterò sempre nel cuore. E come potrei dimenticarmi del Don, colui che permette queste fantastiche esperienze a noi giovani, e con cui abbiamo fatto delle belle chiacchierate, che ci hanno permesso di riflettere su cose importanti, che molto spesso vengono date per scontato. E oggi con grande amarezza, mi lascerò alle spalle il cancello da cui sono entrata un po’ intimorita e spaesata 5 giorni fa , mi volterò e riguardandolo mi passerà davanti tutto come in un film e forse mi scenderà anche una lacrima. Un grazie forse non basta, ma ho capito una cosa da questa esperienza: non bisogna dar niente per scontato, anzi, dobbiamo goderci al massimo ogni istante della nostra vita, perché la vita è una sola e qualcuno da lassù ce l’ha donata e ci ha scelti per vivere al meglio questa nostra magnifica avventura.

Grazie SANIA

Testimonianza Alex III C Liceo Artistico

domenica, maggio 22nd, 2016
Cos’è la convivenza?
E’ la condizione di vivere insieme in uno stesso luogo, condividendo le stesse esperienze ed emozioni. Ed è questo quello che è stato per noi in questi 4 giorni. Insieme ci siamo divertiti, abbiamo lavorato ed abbiamo sperimentato nuove emozioni tutte insieme, scoprendo cose l’uno dell’altro che hanno rafforzato la nostra amicizia. Un’esperienza che non ha prezzo (tranne gli 85 euro che abbiamo pagato) che tutti dovrebbero sperimentare nella propria vita. Un grande grazie anche ai nostri educatori che sono davvero bravi e pazienti. Ci mancherà l’head banging di Fedo e la sua musica, i dolci di Veronica, le sgridate di Sara a mezzanotte e i suoi “vengo oltre? ” e il grande Paolo che ci ha fatto divertire tantissimo con i suoi giochi.
Infine un enorme grazie a Don Franco e alle sue messe mattutine e serali. Questa convivenza ce la porteremo per sempre nel cuore.