PuntoGiovane

Progetto

Testimonianze al Punto Giovane.001

 

Abbiate la gioia di una casa comune: una domus ecclesiae. Prima che un edificio ci sia un contesto, un luogo permanente di incontro, giorni di vita insieme in cui si respiri uno stile di fraternità, di lavoro e di preghiera… Tutte le nostre comunità siano attente alle esigenze giovanili di vita comune, sapendo che i giovani, oggi più che mai, hanno bisogno di formazione intelligente e affettiva, per appassionarsi al Signore, alla comunità cristiana e ai fermenti evangelici disseminati tra i loro coetanei nel mondo… La Parola di Dio ha bisogno di un terreno buono e l’Eucaristia ha bisogno di una casa” (card. Martini)

 

 

Cos’è la convivenza? (sintetica presentazione della convivenza al Punto Giovane e delle sue modalità partecipative)

 

 

Fondamenti spirituali, teologici e pastorali della convivenza (viene riportato un approfondito articolo del teologo Severino Pagani circa le nuove modalità di vita comune tra i giovani)

Regola spirituale del Punto Giovane (la Regola è pensata per vivere il Vangelo nello stile della fraternità)

 

Al Punto Giovane si vivono durante l’anno 3 tipi di convivenze:

* La convivenza aggregativa di 4 giorni per ragazzi dai 15 ai 17 anni
* La convivenza formativa di 7 giorni per ragazzi dai 17 ai 23 anni
* La convivenza spirituale di 21 giorni per giovani dai 23 ai 40 anni
 
 

 

 

 
 
 
La convivenza aggregativa è la convivenza delle classi scolastiche.
 

 

I genitori devono compilare i seguenti tre moduli per il trattamento dati e per la copertura assicurativa.
 

 

Le convivenze sono un momento indimenticabile per la vita dei ragazzi.
 
 

 

 

qui puoi leggere le testimonianze dei ragazzi che hanno vissuto la convivenza al Punto Giovane

qui puoi guardare i video che sintetizzano le messe di passaggio tra una convivenza e l’altra)

 

 

email