PuntoGiovane

Convivenze

Convivenza dal 5 al 9 Febbraio

venerdì, maggio 19th, 2017

Alla fine di questi 5 giorni posso raccontare che tra giochi, preghiere, cibo e tanta compagnia il tempo è volato. Abbiamo condiviso ogni momento insieme e può sembrare banale ma banale non è.

Si sono alternati momenti di gioia e momenti duri e toccanti che sono rimasti impressi nei nostri pensieri sino a tarda notte . Questi giorni sono passati talmente in fretta di non essermene neanche accorta. Tanto era l’euforia che la noia non esisteva neanche e posso assicurarvi oggi che divertirsi ogni momento non è poco. Ci siamo uniti, confrontati e sostenuti in momenti che neanche immaginavamo che potesse esserci e ciò ci rende una grande famiglia. Il divano sarà un posto che tutti noi non possiamo dimenticare. Siamo diventati una grande squadra pronti ad aiutarci l’un l’altro. Anche se sembra impossibile siamo riusciti a non sentire pesanti neanche le pulizie. Ringrazio tutti i miei educatori che ci hanno aiutato e supportato in tutto quello che è stato il periodo della convivenza tenendoci compagnia ogni ora del giorno con le loro storie ed esperienze . Il Don Franco che ogni mattina ci svegliava con le preghiere e un grzie immenso ai miei compagni che hanno contribuito a rendere questa esperienza indimenticabile nella sua semplicità. 

Martina    

La Convivenza in corso

lunedì, marzo 20th, 2017

IL fellini al Punto

domenica, febbraio 5th, 2017

Post from RICOH THETA. #theta360 – Spherical Image – RICOH THETA

La III i seconda parte

venerdì, febbraio 3rd, 2017

Liceo Volta III i seconda parte

La Convivenza formativa di Gennaio

venerdì, febbraio 3rd, 2017

Convivenza formativa Novembre 2015

TESTIMONIANZA DI EMANUELE 3^ I prima parte

lunedì, gennaio 23rd, 2017

 

Arrivati al momento dell’estrazione l’ansia mi ha travolto: “vuoi che peschi proprio me per la testimonianza? “.

Ma ovviamente il destino non mi ha ascoltato neanche he questa volta: e quindi eccomi qui a parlarvi di questa esperienza.

Credo che la convivenza abbia stravolto il modo di vedere i miei compagni: se prima vi consideravo solo persone che vivevano la mia stessa agonia per 5 ore al giorno, ora invece mi sento parte di un gruppo che già mi ha donato molto e che mi donerà altrettanto in futuro. Sento infatti che questi 4 giorni siano solo l’inizio, l’accensione di una fiamma che non si spegnerà molto facilmente, nonostante le poche ore di sonno l’abbiano messa alla prova.

Ovviamente tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’aiuto degli educatori che, come se ci conoscessero da anni, hanno fatto di tutto per farci sentire a nostro agio, portandoci a scuola e preparandoci dell’ottimo cibo.

Grazie per tutte le belle parole che mi avete detto e per l’atmosfera fantastica. Spero con tutto il cuore di rivedervi presto.